L'arte è uno specchio magico che si costruisce per riflettere i propri
sogni invisibili in immagini visibili.

George Bernard Shaw

Mr. Mov è un festival di video arte creato a Brescia, grazie al lavoro di sette curatori emergenti. Ha un carattere itinerante e, non avendo una sede espositiva fissa, si prefigge l’obiettivo di stare in continuo movimento, collaborando con realtà e spazi sempre differenti.

Mr. Mov non sta fermo, piuttosto si guarda attorno.

Lo schermo diventa il nostro specchio per aprire le porte all’arte contemporanea e grazie a Mr. Mov indaghiamo le differenti soluzioni video adottate dagli artisti negli ultimi 3 anni.

Mr. Mov è universale e internazionale, perché rivela e racconta uno spaccato del panorama della video arte, senza porsi limiti geografici o tematici.

Mr. Mov è come una grande finestra aperta, che permette agli spettatori di sbirciare al suo interno le diverse opere, ma anche di curiosare al suo esterno, vagando nei diversi spazi che si offrono di ospitarlo.

Ma non è solo un semplice ospite: diventa anche un intruso sul territorio bresciano, che si stabilisce temporaneamente all’interno di luoghi insoliti per accogliere l’arte contemporanea.

Differenti spazi che vengono scoperti e riscoperti grazie all’incursione momentanea di Mr. Mov, che diviene un abitatore passeggero, sempre pronto a spostarsi e a viaggiare di location in location.

7 CURATORI + 1 ARTISTA + 1 ACCADEMIA

Mr. Mov è un progetto di 7 curatori emergenti, nato all’interno del corso di Progettazione Multimediale del Biennio di Comunicazione e Didattica dell’Arte dell’Accademia di Belle Arti SantaGiulia. Il corso è tenuto dall’artista visivo Alessandro Mancassola.

All’Accademia SantaGiulia di Brescia sono attivi oltre 260 insegnamenti che spaziano tutti gli ambiti dell’arte e della progettazione. Il corpo docente, giovane e dinamico, è costituito da professionisti in grado di offrire agli studenti un impagabile patrimonio di esperienze e di saperi e di mettere direttamente in contatto con il concreto mondo del lavoro a livello nazionale e internazionale.
Prof. Alessandro Mancassola

Alessandro Mancassola

Arzignano – VI, 1979

Vive e lavora a Saronno (VA). Forma il duo Barbara and Ale con Barbara Ceriani Basilico. Tra gli altri hanno esposto al Centre Pompidou di Parigi, al Pac di Milano e per la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino. Insegna dal 2009. Per maggiori informazioni.

 

Lorella Frigerio Crocca

Lorella Frigerio Crocca

Clusone – BG, 1992

Vive e lavora a Brescia. Ha collaborato con l’associazione Fobap, con la Collezione d’Arte Contemporanea Paolo VI, con il Museo Bergomi e con il Museo LAC di Lugano. I suoi hobby sono la lettura, la fotografia e gli animali.

 

Nicola Mora

Nicola Mora

Gavardo – BS, 1992

Vive e lavora a Brescia. Collabora con il Museo dell’Industria e del Lavoro di Rodengo Saiano. Fa parte del progetto musicale Kick_, occupandosi di composizione musicale e sound design.

 

Sara Piccoli

Sara Piccoli

Gavardo – BS, 1994

Vive e lavora a Brescia. Si è diplomata in Fotografia all’Accademia di Belle Arti LABA di Brescia. Ha partecipato ad alcuni progetti di fotografia e di arte contemporanea.

 

Novella Rossi

Novella Rossi

Brescia, 1993

Vive e lavora a Brescia. Ha collaborato per le giornate del FAI 2015 e ha eseguito decorazioni nella provincia di Brescia. Si occupa anche di laboratori didattici e artistici.

 

Marta Scherini

Marta Scherini

Sondrio, 1994

Vive e lavora tra Sondrio e Brescia. Ha curato una mostra su Luigi Bracchi a Tirano (SO). Ha condotto visite guidate per una mostra curata da Anna Radaelli a Tirano (SO).

 

Alice Vangelisti

Alice Vangelisti

Lovere – BG, 1994

Vive e lavora tra Brescia e la Valle Camonica. Ha collaborato con la Collezione d’Arte Contemporanea Paolo VI, con il Museo dell’Industria e del Lavoro di Rodengo Saiano e con il Museo Santa Giulia di Brescia. Oltre che di arte, si occupa anche di scrittura creativa.

 

Michela Zambelli

Michela Zambelli

Chiari – BS, 1994

Vive e lavora a Brescia. Ha collaborato con la Collezione d’Arte Contemporanea Paolo VI, il Museo dell’Industria e del Lavoro di Rodengo Saiano, l’Archivio di Stato di Brescia, la Biblioteca Civica Queriniana di Brescia e il Museo del Presepio di Dalmine.